Il sito di Alberto

Home » Articles posted by Alberto Vivenzio

Author Archives: Alberto Vivenzio

Annunci

“Oltre il pregiudizio: il caso Medioevo”

Bibliostoria

Clicca sull'immagine per leggere e scaricare la rivista

“Oltre il pregiudizio: il caso Medioevo” è il titolo dell’ultima rivista di “Via Borgogna 3”, magazine della “Casa della cultura”.

Con questo numero della rivista la riflessione storiografica entra anche in viaBorgogna3: in queste pagine riportiamo la discussione svoltasi durante il ciclo curato in Casa della Cultura da Mariateresa Beonio Brocchieri e Massimo Campanini. I quattro incontri hanno messo a fuoco uno dei grandi nodi della storiografia, il Medioevo, con l’obiettivo di smontare un pregiudizio che risale alle battaglie ideali e culturali degli umanisti e degli illuministi ma che è ancora largamente diffuso. ( Tratto da L’editoriale di apertura del fascicolo n9 di viaBorgogna3, di Ferruccio Cappelli)

I tips di Bibliostoria

Clicca sull'immagine per leggere e scaricare la rivista

View original post

Annunci

Il Galateo di Monsignor della Casa: la marcia in più della buona educazione

Pane & Focolare

Quando si parla di Galateo si parla del rispetto delle regole di buona educazione e correttezza nei rapporti tra le persone. Sbaglia chi crede che Monsignor Giovanni della Casa (1503-1556) parli solo del comportamento a tavola. Nel complesso dell’opera a quel tema è dedicato poco spazio, perché obiettivo dell’autore è quello di dare suggerimenti su come comportarsi per essere gradevole ed ispirare simpatia al nostro prossimo in ogni ambito. La sua opera ha avuto un tale successo che oggi il termine Galateo è ampiamente usato: si parla di galateo negli uffici, di quello in treno, negli spogliatoi delle palestre, in un giardino pubblico, o nell’utilizzo dei telefoni cellulari. Insomma, questa parola è diventata un marchio vincente, che ha attraversato i secoli per identificare una specifica arte: quella della buona educazione.

View original post 719 altre parole

Limiti d’età — il blog di Costanza Miriano

di Costanza Miriano Se di una quercia indovini l’età contando i cerchi, per una donna bisogna contare i minuti che servono a rendersi presentabile in costume dal momento in cui si sveglia. Che poi bisogna vedere di che periodo dell’anno stiamo parlando. Se parliamo di una mattina di gennaio, al momento bikini servono, a una […]

via Limiti d’età — il blog di Costanza Miriano

Ri-conoscere

Berlicche

Prima di ri-conoscere devi conoscere.
Non puoi riconoscere il bello se non conosci cosa sia bello. Non puoi riconoscere il vero se non sai cos’è vero.
Cosa sia il bello o il vero lo portiamo scritto dentro di noi, non ci è stato insegnato. Ce l’ha ogni bambino. E’ connaturato a noi, creato con noi. Fa parte dello stampo.

Un artefice infonde una caratteristica all’interno della sua creazione solo se la comprende appieno, se la possiede, e questa è tanto più precisa tanto più questo artefice la controlla, la definisce.
Chi ha fatto l’uomo conosce perciò il bello, il vero, il giusto in grado sommo. Si potrebbe dire che è il bello, il vero, il giusto, perché è lui che li ha definiti per noi.

Ditemi: se ci avesse fatto il caso, noi ri-conosceremmo?

View original post

Un’ottima annata

Pane & Focolare

Il tempo non si misura solo in anni, ma anche in vendemmie. Ce lo racconta questo film di Ridley Scott, ambientato in una Provenza da cartolina, che si apre proprio con la frase “Qualche vendemmia fa ….”. Ecco il giardino di una dimora antica, un tavolino con una scacchiera, un bambino che guarda con furbizia i pezzi degli scacchi e intanto ascolta le parole dello zio, che sta stappando una bottiglia speciale: «Max, sai perché fare il vino è fonte di grande piacere? Perché questo nettare sublime è semplicemente incapace di mentire. Vendemmiato presto o tardi non importa, il vino ti bisbiglierà in bocca con completa e imperturbabile onestà, ogni volta che ne berrai un sorso.» La scena si chiude con la degustazione del vino: il bambino ne beve solo un goccio, peraltro annacquato, ma quello che conta è il rito, l’atmosfera, l’aforisma pieno di saggezza dello…

View original post 501 altre parole

Contro i nulla-pensanti

il blog di Costanza Miriano

di Mauro Zanon  per Il Foglio

Parigi. “Sabato scorso, il nostro presidente ha annunciato qualcosa di estremamente inquietante: l’introduzione del ‘reato di oltraggio sessista’. Quale sarà la prossima misura? La penalizzazione dello sguardo lubrico?”. Élisabeth Lévy, intellettuale e direttrice del magazine controcorrente Causeur, fatica a crederci. “O ci si renderà presto conto che è un’idiozia inapplicabile, annunciata soltanto per far piacere alle neofemministe, o la situazione diventa pericolosa. Macron ha detto che la Francia non deve più essere il paese dove le donne hanno paura. Ma chi vuole prendere in giro? Il governo ci sta dicendo che noi donne avevamo paura, ma non lo sapevamo, che vivevamo in un incubo, ma non eravamo al corrente. Tutto ciò è assurdo”.

View original post 1.418 altre parole

Il primo pranzo del mio Natale — Pane & Focolare

L’anno scorso avevo scritto che il mio Natale era doppio, nel senso che avevo partecipato a due tavole natalizie. Quest’anno è addirittura triplo, merito di una famiglia che, ringraziando Dio, cresce e quindi si moltiplicano le occasioni per stare insieme. Il primo pranzo è stato con la famiglia di mio marito: l’apparecchiatura è stata realizzata […]

via Il primo pranzo del mio Natale — Pane & Focolare